mercoledì 20 maggio 2009

È NECESSARIO / guajiro azul da CUBA

Post originale di: El Guajiro Azul

blog : Retazos (Cuba)

titolo post: Es necesario.

tradotto al italiano: Roberto Ferranti e gaviotazalas


Ci fu un tempo nella mia vita in cui usavo le idee di altri per esprimere le mie. Un tempo nel quale non avevo voce, e parlavo con voce prestata, ripetendo con parole prestate le idee pensate da altri.

Leggevo poemi per innamorare, ripetevo frasi famose dei personaggi di moda, cercavo la spiegazione della vita o dell'istante nei libri e nelle canzoni che stavano casualmente a portata di mano.

E quando si trattava di cose elevate e solenni, c'era sempre a mia disposizione una convinzione, un giuramento, un'ingiuria al Nemico, per gridare con fervore nella piazza sovraffolata di altri come me.

Gli anni mi hanno fatto sospettare di quesro cercare la vita nei libri e nelle canzoni. Questo cercare la spiegazione della vita nei sottoprodotti che continuano a crollare dalla linea di produzione della vita. Questeo cercare sempre la vita da un'altra parte, un'altra parte fuori della vita stessa.

E benché sospetti di essi, a me i libri non hanno più confuso. Mi ha confuso la vita, quando affrontavo l'inaspettato, il non vissuto, il non letto. Mi confuse la vita, per evitarmi la confusione se qualche volta si ripeteva la scena. Per farmi credere nelle mie proprie forze. Per obbligarmi a crescere.

C'era un tempo nella mia vita in cui ridevo di chi affermava molto seriamente che aveva scritto un libro perché non ne trovavan uno che lo soddisfacesse. Oggi so che per crescere è necessario parlare con la nostra propria voce e scrivere il nostro proprio libro. È necessario rischiare. E creare.